Cookie Policy

Mc ITALY

mc-italyL’Italia è una terra diversificata, molto allungata, disseminata di abitudini alimentari diverse. Costituita da un popolo di creativi, siamo creativi in tutte le nostre azioni: da come ci inventiamo di parcheggiare l’auto alle mille varianti con cui possiamo chiedere un caffè al bar.

Siamo così e questa è sicuramente la nostra forza, e anche la nostra debolezza.

Girando l’Italia possiamo trovare nei bar e nelle osterie tradizioni locali di pasti veloci: tramezzini e panini al baccalà a Venezia, panino con il burro e l’acciuga di Genova, . E molti altri spunti creativi con mille altri ingredienti scelti in base alla stagione, alla giornata, all’umore…

In molti bar del nostro paese era già arrivata una stretta di cinghia per la scelta di tenere solo un ristretto numero di ingredienti e quindi di offerta creativa e soprattutto poco o per niente locale. In molti locali spesso la scelta si limita a prosciutto crudo e cotto e salame per i panini e toast prosciutto e formaggio.

E poi..è arrivato il Mac Italy! L’apice dell’omologazione!

Un unico panino, qualsiasi sia l’umore, la stagione…il luogo d’Italia in cui lo acquistiamo…stesso pane, stesso formaggio (DOP per carità), stessi carciofi e cipolle…ma IGP!

Ed inoltre, come segnala Altroconsumo, il panino fornisce una elevata quantità di sale (3,3 g pari al 66% della RDA) e di calorie (715) tale da non renderlo proprio “salutare” non solo per la difesa della diversità locale, ma nemmeno per la nostra salute.

Ma stiamo facendo solo finta di andare avanti? Proprio in questo momento storico in cui si sottolinea il valore del Km 0, della sovranità alimentare e del recupero delle biodiversità il nostro paese si riduce ad un MacItaly?

Per approfondire:

www.altroconsumo.it/salute-a-tavola/povera-mc-italia-s266113.htm

Cosa dice la stampa estera:

http://it.notizie.yahoo.com/blog/cronaca/articolo/21517/

2 Risposte all'articolo “Mc ITALY”

  1. Andrea
    7 Marzo 2010 - 10:37

    Ottimo articolo e complimenti per il blog.

    Rispondi
  2. Stefano
    7 Marzo 2010 - 10:46

    è bellissimo… e già molto stimolante! ho l’acquolina in bocca e il prurito alle mani nello stesso momento! complimenti! BRAVI a chi ha collaborato a crearlo! ciao e in bocca al lupo! stefano.

    Rispondi

Lascia un commento