Spuntino n° 77: Educhiamo la nostra pelle al sole tutto l’anno

Written by Elettra Da Ros on 16 ottobre 2017 – 11:58 -

 

L’esposizione al sole è importante per gli adulti ma soprattutto per i bambini.  Basterebbero 10  minuti di esposizione alla luce solare al giorno per mantenere i livelli di vitamina D ottimali nel nostro corpo.

Spiega Carlo Gelmetti, responsabile del reparto di Dermatologia pediatrica dell’Ospedale Maggiore di Milano: “Il sole è la nostra fonte di vita, ci dà vitamina D ed è dimostrato che ha un effetto antidepressivo strepitoso. Il problema vero sta nel nostro modo di vivere, che dal secolo scorso ha subito enormi cambiamenti. In passato si viveva all’aria aperta, mentre ora si trascorre gran parte del tempo in ambienti chiusi: se fossimo rimasti contadini come i nostri nonni avremmo il 40% in più di esposizione solare. Alcuni recenti studi dimostrano che bambini con la pelle olivastra o nera costretti a vivere in Paesi freddi diventano più frequentemente rachitici. Questo perché non prendono abbastanza sole.”

La parola d’ordine quindi è : educare la nostra pelle!

D’estate quindi bisogna abituare la pelle ai raggi solari, esponendola gradualmente, seguendo la personale natura e sensibilità cutanea. Nei primi giorni sono sufficienti pochi minuti con un’adeguata protezione evitando le ore più calde della giornata.

In inverno invece possiamo sfruttare al meglio l’esposizione alla luce solare con alcune strategie:

  • esporre al sole più parti del corpo possibili: viso, mani e braccia
  • durante le giornate invernali il momento migliore per esporsi al sole è mezzogiorno, quindi possiamo concederci una passeggiata primo o dopo pranzo.

Tags: ,
Posted in Email Newsletter, Spuntini | No Comments »

Dolce al cucchiaio: pere con crema al cacao

Written by Elettra Da Ros on 16 ottobre 2017 – 11:27 -

Pere con crema al cacao

Ingredienti per 4 persone:

  • 4 pere mature
  • Buccia di un limone
  • 40 gr di zucchero integrale di canna
  • 200 gr di ricotta
  • 20 gr di cacao amaro
  • 30 gr di cioccolato fondente
  • cannella q.b.

Procedimento

Togliere la buccia alle pere e tagliarle a piccoli pezzi. Farle cuocere in un tegame antiaderente insieme alla cannella e alla buccia di limone per 50 minuti. Se necessario aggiungere un po’ di acqua. Mescolare finché le pere si saranno sfatte e il composto sarà cremoso. Versare il tutto in una ciotola e lasciare raffreddare.

Frullare quindi la ricotta con lo zucchero e il cacao fino ad ottenere una crema liscia che metterete in frigo.

Servire questo dolce utilizzando 4 coppette; distribuire sul fondo delle coppette alcuni cucchiai di crema, ricoprire con la composta di pere e aggiungere infine il cioccolato fondente a scaglie.


Tags: , ,
Posted in Email Newsletter, Ricette | No Comments »

26 Ottobre 2017 – Conferenza sui cosmetici – Onè di fonte (TV)

Written by Laura Gregnanin on 16 ottobre 2017 – 11:04 -


Posted in Email Newsletter | No Comments »

12 Ottobre 2017 – Cibi fermentati e pane con pasta madre – Mestre (VE)

Written by Daniela on 10 ottobre 2017 – 09:04 -


Posted in Email Newsletter, News | No Comments »

12 Ottobre 2017 – Cibi fermentati e pane con pasta madre – Mestre (VE)

Written by Daniela on 9 ottobre 2017 – 10:13 -


Tags: , , , ,
Posted in Email Newsletter, News | No Comments »

28 e 29 Ottobre 2017 – Workshop sui cibi fermentati con Carlo Nesler – Martellago (VE)

Written by Daniela on 9 ottobre 2017 – 09:27 -


Tags: , , , , ,
Posted in Email Newsletter, News | No Comments »

7 Ottobre 2017 – Pasta madre e alimenti fermentati: probiotici naturali – Spiga D’Oro – Treviso

Written by Daniela on 4 ottobre 2017 – 09:47 -


Posted in Email Newsletter, News | No Comments »

12 e 19 Ottobre 2017 – Intestino in armonia e corso fermentati – Fonte (TV)

Written by Chiara Dal Bello on 2 ottobre 2017 – 10:47 -


Posted in Email Newsletter, News | No Comments »

C’è fermento in cucina

Written by Chiara Dal Bello on 2 ottobre 2017 – 09:15 -

“Fermentare il cibo è una protesta eloquente dei sensi contro l’omogeneità dei sapori e dell’esperienza del cibo che si sta estendendo come un grande prato indifferenziato in tutto il mondo. È anche una dichiarazione d’indipendenza da un’economia che preferirebbe fossimo consumatori passivi delle sue merci, piuttosto che creatori di prodotti unici, espressione di noi stessi e del posto in cui viviamo.” M.Pollan 2011, Prefazione di “The art of fermentation” di S. Katz

La meraviglia dell’autoproduzione di cibi e bevande fermentate sta proprio in questo: ogni verdura, ogni cereale, ogni bevanda che vogliamo fermentare darà un prodotto unico e irripetibile, per gusto, sapore, consistenza e vitalità.

Facciamo un passo indietro: di cosa stiamo parlando? Cosa sono gli alimenti fermentati? E a cosa servono?

Read more »


Posted in Email Newsletter | 1 Comment »

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email:

Delivered by FeedBurner