6 Ottobre 2017 – Alimenti e bevande fermentate – Elisir di lunga vita – Portogruaro (VE)

Written by Daniela on 25 settembre 2017 – 11:08 -


Tags: , , , ,
Posted in Email Newsletter, News | No Comments »

Errata corrige corso 12 Ottobre 2017 – Cibi fermentati e pane con pasta madre- Mestre (VE)

Written by Daniela on 18 settembre 2017 – 11:32 -

ERRATA CORRIGE

Il laboratorio di approfondimento con Carlo Nester si terrà

nei giorni 28/29 Ottobre

(e non i giorni 27/28 come indicato nel precedente volantino)


Posted in Email Newsletter, News | 1 Comment »

Spuntino n. 76 – 10 minuti per la nostra salute-

Written by Roberta Franceschini on 18 settembre 2017 – 10:43 -

Per scaricare tensioni, bastano 10 minuti, il tempo di una pausa caffè

Da seduti:

  • Curvare e distendere alternativamente la schiena avanti e indietro avvicinando le scapole
  • Sollevare e abbassare le spalle
  • Disegnare piccoli cerchi indietro con le spalle
  • Spingere le braccia verso l’alto dritte e mani intrecciate, massimo allungamento, schiena dritta
  • Spingere le braccia in avanti, mani intrecciate e palmi verso l’esterno, flettendo la testa avanti accentuando la cifosi dorsale
  • Flettere la testa a sx mentre il braccio dx spinge verso il basso
  • Con le mani intrecciate dietro la schiena con il palmo rivolto all’esterno, allungare le braccia dietro la linea del bacino mantenendo la schiena dritta
  • Afferrare la gamba all’altezza del ginocchio e portarla flessa al petto avvicinando più possibile la coscia al petto
  • Accavallare la gamba appoggiando la caviglia sul ginocchio opposto, flettere il busto in avanti mantenendo il capo in linea con la colonna vertebrale
  • Flettere completamente il busto in avanti (toccando con le dita i piedi) accentuando la cifosi dorsale

Per il poster completo, consultare la pagina http://www.usl3.toscana.it/allegati/manifesto%20esercizi%20stretching.pdf


Posted in Email Newsletter, Spuntini, Stili di vita | No Comments »

Fugassa alla veneta

Written by Roberta Franceschini on 18 settembre 2017 – 10:43 -

(dal blog Gocce D’aria.it)

  • 125 gr di pasta madre rinfrescata da 4 ore con farina di farro
  • 270 ml di acqua
  • 50 ml di sapa di uva nera*
  • 1 cucchiaio di malto di riso
  • 1 pizzico di sale fino integrale
  • 400 gr di farina di farro monococco
  • 3 grappoli di uva nera (selvatica)
  • 1 cucchiaio di zucchero integrale di canna bio del commercio equo tipo Mascobado

La sera sciogliere la pasta madre nell’acqua, aggiungere il malto di riso, la sapa e metà della farina e mescolare. Aggiungere il sale e la restante farina mescolando bene fino ad avere un impasto omogeneo che rimarrà molto idratato. Avvolgere in un canovaccio pulito e riporre in frigo per la notte. La mattina estrarre dal frigo, lasciare ambientare per un’oretta. Successivamente versare l’impasto su una teglia rettangolare rivestita di carta forno. Lasciare lievitare per 3 ore. Accendere il forno a 200° statico. Finchè il forno si scalda, sgranare i grappoli di uva e cospargere la superficie della focaccia con gli acini. Distribuire sugli acini lo zucchero di canna. Quando raggiunge la temperatura infornare per 30 minuti a 200°. Togliere dalla teglia e far raffreddare per 10 minuti sulla griglia nel forno in raffreddamento. Gli acini si saranno disfatti parzialmente liberando il loro sughetto e impregnando in questo modo la fugassa del gusto del tutto particolare di quest’uva!

*La saba o sapa è un condimento tipico di Emilia, Romagna, Marche e Sardegna, dove è considerata tra i sapori tipici dell’alimentazione contadina. È uno sciroppo d’uva che si ottiene dal mosto appena pronto, di uva bianca o rossa. La saba è detta infatti anche “mosto cotto”, “vino cotto” o “miele d’uva”. Il mosto viene immerso in un paiolo di rame insieme a mezza dozzina di noci con il guscio che, rivoltandosi nel lento bollire, aiutano il mosto a non attaccarsi al fondo del recipiente. La saba è pronta quando si sarà ridotta ad un terzo della sua quantità iniziale. Risulta molto dolce e si conserva benissimo proprio grazie al tenore zuccherino.

Su come prepararla vi rimando alla pagina del blog Gocce D’aria: http://www.goccedaria.it/item/tortine-fragolose.html


Posted in Email Newsletter, Ricette | No Comments »

12 Ottobre 2017 – Cibi fermentati e pane con pasta madre – Mestre (VE)

Written by Daniela on 11 settembre 2017 – 10:07 -


Tags: , , , , ,
Posted in Email Newsletter, News | No Comments »

Insalata colorata di quinoa

Written by Elettra Da Ros on 4 settembre 2017 – 11:55 -

Insalata colorata di quinoa

Ingredienti per due persone:

150 gr di quinoa

20gr di pomodori secchi

50gr di fave già cotte

50gr di pisellini verdi

100gr di zucchine

50gr di peperone rosso

100gr di carote

Succo di 1/2 limone

Olio EVO 2 cucchiai

Sale 1 cucchiaino

Portare ad ebollizione dell’acqua in un pentolino. Salate e fate bollire la quinoa per 20 minuti. Mettete a bagno i pomodori secchi per mezz’ora quindi tagliateli a pezzettini.

Sbucciate le fave dalla buccia. Tagliate la zucchina a piccoli cubetti.

Preparate la salsa per condire l’insalata frullando la carota, il peperone, il succo di limone, sale e olio.

A cottura terminata scolate la quinoa e lasciatela raffreddare per 15 minuti.

Incorporate in una ciotola la quinoa con le verdure a cubetti, le fave e i piselli.

Servire l’insalata accompagnata dalla salsa di carote e peperoni che avevate precedentemente preparato.

 


Tags: , , ,
Posted in Email Newsletter, Ricette | No Comments »

Spuntino n°75: cani e gatti in casa? Minor rischio di infezioni ed allergie nei bambini

Written by Elettra Da Ros on 4 settembre 2017 – 11:42 -

La convivenza fin dai primi mesi di vita con un animale domestico sembra preservare la salute dei bambini.

Una studio finlandese del Kuopio University Hospital, sostiene che i neonati che vivono in una casa abitata anche da un cane o da un gatto mostrano un terzo di probabilità in meno degli altri di ammalarsi a causa di influenze e infezioni all’orecchio. I risultati dello studio hanno dimostrato la teoria secondo la quale, durante il primo anno di vita, i contatti tra bambini e animali sono importanti perché possono generare una migliore resistenza alle malattie infettive respiratorie durante l’infanzia.

Di conseguenza questi bambini vengono sottoposti meno alle terapie antibiotiche.

Inoltre il rischio di ammalarsi sembra essere ancora più basso se l’animale passa del tempo fuori casa; l’ipotesi potrebbe essere che sporcandosi di più, rientrando, introduca nell’ambiente domestico più microbi che finiscono con lo stimolare il sistema immunitario del bambino.

Altre ricerche hanno dimostrato che la presenza degli animali in casa sia preventivo nei confronti delle allergie. Soprattutto nei primi mesi di vita, i bambini che convivono con un animale domestico sembrano essere meno esposti al rischio di sviluppare in futuro forme allergiche.

Per concludere vorrei ricordare però che sono altrettanto importanti delle buone regole di igiene personale, che si possono insegnare facilmente ai bambini:

  • Lavarsi le mani dopo aver giocato con il nostro amico cane o gatto
  • Non manipolare le loro deiezioni
  • Verificare regolarmente lo stato di salute dei nostri animali con periodici controlli veterinari

Tags: , , , ,
Posted in Email Newsletter, Spuntini | No Comments »

Il gelato: l’ultimo dell’estate?

Written by Elettra Da Ros on 4 settembre 2017 – 11:06 -

Storia del gelato; Il gelato nasce dalla conservazione della neve ai tempi dei romani; il primo gelato era una granita, alla neve congelata si aggiungeva succo di frutta o frutta.

Nel 1565 invece alla corte di Cosimo de’ Medici, fu servito per la prima volta un “gelato cremoso” ad opera dell’architetto Bernardo Buontalenti.

Nel 1662 il palermitano Francesco Procopio de Coltelli aprì a Parigi il primo caffè-gelateria della storia, il tuttora famosissimo Cafè Procope.

Read more »


Tags: , , ,
Posted in Email Newsletter | No Comments »

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email:

Delivered by FeedBurner