STOP GLIFOSATO

Written by Michela Trevisan on 20 marzo 2017 – 06:50 -

 FIRMA SUBITO

come nutrizionisti per l’ambiente abbiamo aderito a questa importante campagna

I cereali, la verdura e la frutta che finiscono nel nostro piatto sono contaminati da una sostanza chimica che viene irrorata come diserbane sulle coltivazioni, sulle strade, nei giardini e nelle aiuole pubbliche; il glifosato. Il glifosato non solo si trova nel cibo che mangiamo ma è anche presente nel nostro corpo. Come confermato da recenti studi, tracce di glifosato sono infatti state ritrovate nelle urine di quasi una persona su due(*). Questo pesticida, molto dannoso per l’ambiente e la biodiversità, è anche altamente nocivo per la salute, come peraltro confermato dall’Organizzazione mondiale della sanità che l’ha classificato come “potenzialmente cancerogeno”.

Continuare ad utilizzare il glifosato non solo significa contaminare acque e suolo e causare una continua perdita di biodiversità, ma equivale a far ammalare persone.

La pressione esercitata dall’industria chimica e dai grandi produttori di erbicidi per estendere l’approvazione del glifosato a 15 anni è enorme. Tuttavia, vi sono buone possibilità di riuscire a vietare l’utilizzo di questo pesticida tossico attraverso l’Iniziativa dei cittadini europei (ICE) che richiede la raccolta di almeno 1 milione di firme in 7 Paesi entro l’estate 2017.

Firma la petizione: https://stopglyphosate.org/it/?utm_campaign=nutrizionistiperlambiente

(*) Glifosato ritrovato nell’urina umana in tutta Europa. https://www.foeeurope.org/weed-killer-glyphosate-found-human-urine-across-Europe-130613


Posted in Email Newsletter, Nutrizione e ambiente | No Comments »

Lascia un commento

 

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email:

Delivered by FeedBurner